sabato 29 ottobre 2011

Come scrivere un curriculum in francese


 Nella ricerca di un lavoro, un elemento fondamentale è la stesura e la presentazione del curriculum. Sconsiglio di scriverlo seguendo il formato europeo perchè è troppo lungo e le aziende perdono interesse. Redigete un cv di una sola pagina, chiaro, con una grafica semplice con, eventualmente, l' aggiunta di piccoli particolari creativi.
E' importante che inseriate una vostra foto, di modo che possano ben ricordarsi di voi e del vostro colloquio. Inoltre, è meglio se date come contatto un numero telefonico francese, per avere più probabilità di essere chiamati.

Ecco un buon esempio di curriculum, risultato di consigli e correzioni di esperti nell' inserimento nel mondo del lavoro:


Prénom et Nom de famille                                                                                                 FOTO
email
adresse (specificate la città in cui vivete, solitamente le aziende preferiscono persone del luogo)
Numéro de téléphone (meglio se francese, se no ricordatevi di mettere 0039 davanti)
Né(e) le .... (mettete la vostra data di nascita)
Permis B (specificate se avete la patente e se siete automuniti)

COMPÉTENCES
(è importante segnalare tutte le competenze che avete e che potrebbero servire nel lavoro per cui vi state candidando)

·         Connaissances en langues:   Français, Anglais et Espagnol:bon niveau/courant
                         Italien: maternel 
·         Compétences informatiques: Outlook, Word, Excel, Access, Powerpoint, Photoshop et internet 
  • Capacités: très bon relationnel,  sens de l’organisation, capacité à travailler sous                           pression, esprit d’ initiative, facilité d' adaptation (mettete tutte le capacità che possedete inerenti al lavoro per cui vi state candidando)
EXPÉRIENCE PROFESSIONNELLE

2010(data)      Vendeuse (funzione)                      ZARA (azienda)                Cannes (luogo di lavoro)
2008- 2009     Conseillère clientèle                       IKEA                                  Milan


 FORMATION


2006-2009      Bac+3 en économie (note finale 102/110), invece di dire "laureato" si usa Bac+numero degli anni di studio effettuati dopo il liceo
                        Université de Milan

2001-2006      Bac en langues étrangères anglais, français et espagnol (note finale 72/100)
                        Itas Giulio Natta à Milan

Segnalate se avete delle esperienze all' estero o avete seguito dei corsi di formazione particolari

2005                 Séjour linguistique en Espagne (Seville), 2 semaines
2004                 Séjour linguistique en Espagne (Barcelone), 2 semaines
2004                 Séjour linguistique en Angleterre (Broadstairs), 2 semaines

CENTRES D' INTÉRÊTS 
(concludete con i vostri interessi, cercando di non essere banali. Spesso chi esamina i curricula rimane colpito da passioni non comuni e si ricorderà di voi per questo. Non inventatevele però, perché potreste ritrovarvi in difficoltà se al colloquio vi chiedono di argomenti che non conoscete!)

 ·         Parachutisme 
·         arts plastiques
·         culture espagnole

domenica 16 ottobre 2011

G20 di Cannes, una città in panico!

Quest' anno il 3 e 4 novembre si terrà al Palais de Festival di Cannes il G20, che vedrà protagonisti tutti i maggiori capi di Stato. Tra commercianti stressati, cittadini impanicati e voci di corridoio, c'è chi adirittura parla di Terza Guerra Mondiale: insomma in una piccola cittadina come Cannes la gente farebbe anche a meno di questo grande evento internazionale.

I vip sono sempre ben accettati perchè portano turisti e rendono l' atmosfera glamour, ma secondo la maggiorparte dei cannois il G20 potrebbe portare solo disagi e confusione. Non si sarà più liberi di circolare dove si vuole, molti commercianti dovranno chiudere e c'è il rischio di manifestazioni movimentate. 

Confusa dalle differenti versioni fornitemi da amici e conoscenti, ho deciso di andare direttamente alla fonte ufficiale per avere informazioni precise su questo evento che tanto preoccupa i miei concittadini.

Ecco un breve riassunto di quanto, secondo il sito ufficiale della città di Cannes, il G20 comporterebbe:


- Innanzitutto, visto la presenza di numerosi capi di Stato, la città sarà divisa in zone, alcune in cui è vietato l' eccesso se non si ha l' autorizzazione. Ecco la cartina che mostra in quali zone della città potranno entrare solo le persone munite dell' apposito badge, che si può ottenere solo se si lavora o si vive in questa parte di Cannes.

In pratica, c'è la zona 1 definita "grigia" che integra tutta la Croisette che è inacessibile dalla mezzanotte del 31 ottobre fino al 4 novembre 2011 pomeriggio.

E c'è la zona 2 "rossa" sotto la Voie Rapide, comprendente anche Rue d' Antibes, interdetta a chiunque non abbia un badge dalla mezzanotte dell' 1 novembre al pomeriggio del 4 novembre 2011.

- Gli studenti delle scuole presenti nelle zone 1 e 2 e del Lycee Jules Ferry riprenderanno le lezioni dal 7 novembre 2011

- Sul sito di Cannes potete informarmi sul programma di riunioni pubbliche per informare i cittadini sulle conseguenze pratiche del G20

- Chiunque abiti o lavori nelle zone 1 e 2 deve richiedere il badge per poter entrare. Ciò non vale per i bambini piccoli sempre accompagnati dai genitori.

- Anche chi decide di soggiornare in un hotel delle zone interdette o presso familiari o ancora presso la propria casa di vacanza, deve richiedere il badge.

- Nella zona 2 le persone munite di badge potranno circolare anche a bordo delle loro vetture ma l' accesso alla zona è consentito solo in alcuni punti. Nella zona 1, invece, è vietato circolare in macchina anche se si è muniti di badge

- Se si è ottenuto un badge per la zona 1, automaticamente si può entrare nella zona 2

- Se il proprio medico è nella zona 2, si può richiedere un badge per accedervi

- Per tutti i dubbi e le domande che vi restano potete telefonare al commissariato di Cannes allo 04 93 06 22 24 o a « Allô Mairie + » allo 0810 021 022. Inoltre, potete visitare la pagina dedicata al G20 sul sito della città




sabato 8 ottobre 2011

Fiere e mercati in Costa Azzurra 8-9 ottobre 2011

Vi segnalo 3 manifestazioni che si terranno questo week end in Costa Azzurra che mi sembrano interessanti e a cui non mancherò.

-Festival du livre di Mouans Sartoux (7-8-9 ottobre 2011): il centro della piccola cittadina è affollato da bancarelle che vendono libri usati a prezzi che partono da 1 euro. E' il paradiso degli amanti della lettura, che spulciando nelle tante bancarelle potranno trovare dei piccoli tesori, ci sono anche dei libri e documenti antichi originali, dei dv e delle locandine. Inoltre, nel Café Literaire sono organizzati degli incontri con alcuni scrittori che vengono diffusi per la strada da degli altoparlanti. Sono previsti tanti eventi, tra cui la visione di film con la presenza dei registi disponibili a rispondere alle varie domande. 

- Foire d' Automne di Cagnes sur Mer (9 ottobre 2011 8h30-18h30): tradizionale fiera che si svolge ogni anno con la partecipazione di marcanti, artigiani, antiquari. C' è un po' di tutto e è un bel modo per passare una domenica in famiglia all' insegna dello shopping di qualità. Inoltre, domenica nel vicino ippodromo c'è un mercatino all' insegna del vintage, per chi fosse appassionato del genere.

- Salon du sucre et du chocolat di Antibes (9 ottobre 2011 10h-19): lasciatevi tentare dalle dolci delizie di questo salone: cioccolatini, macarons, dolci...insomma un orgasmo per i nostri palati. Sono organizzate degustazioni, dimostrazioni, concorsi tutti all' insegna della golosità. L' entrata costa 2 euro.




giovedì 6 ottobre 2011

Come sopravvivere al primo mese all' estero

Spesso mi domandano come si vive in Francia e in particolare in Costa Azzurra. Ho deciso quindi di raccontarvi la mia esperienza e le difficoltà che ho avuto nel trasferirmi all' estero.

Devo ammattere che quando mi sono trasferita a Cannes con il mio ragazzo circa 1 anno e mezzo fa l' impatto è stato abbastanza forte e difficoltoso, ma pian piano tutto è migliorato al punto da portarmi ad amare la vita qui in Costa Azzurra.

PROBLEMA NUMERO 1: LA LINGUA

Avevo studiato il francese a scuola, ma vi assicuro che sentirlo parlare a velocità "normale" era decisamente tutt'altra cosa. Le frasi mi sembravano un' unica parola incomprensibile e se sbagliavo la pronuncia spesso non capivano o facevano finta di non capire. Insomma, il primo approccio con la lingua è stato demoralizzante, anche perchè non avevo molte occasioni di praticarla. 
Così oltre a guardare la tv nazionale e a leggere libri in lingua, mi sono iscritta a un corso gratuito di francese tramite Pole Emploi. Il corso mi è servito molto, ma ciò che più mi ha aiutato è stato l' avere trovato un lavoro a contatto con la gente.
CONSIGLIO: guardate tanta tv, cercate di interagire il più possibile con le persone, iscrivetevi ad un corso gratuito per stranieri, ma soprattutto non scoraggiatevi!


PROBLEMA NUMERO 2: IL LAVORO

Anche se la Costa Azzurra non ha subito più di tanto le conseguenze della crisi economica, non è facile trovare lavoro per un' italiana con poca esperienza e una conoscenza della lingua base. E' facile demoralizzarsi e perdere le speranze, ma con l' arrivo della stagione estiva (a partire da aprile) le offerte si moltiplicano. La conoscenza della lingua italiana e inglese è molto richiesta nel settore turistico e commerciale, campi a cui consiglio di puntare. 
Iscrivetevi a Pole Emploi, createvi un curriculum di una pagina, chiaro e con la vostra foto e, se non siete in grado di scriverla da soli, cercate su internet i tanti esempi di lettere di motivazione e adattatela alle vostre esperienze. Qui la lettera di motivazione è sempre richiesta e ci sono varie associazioni, come Pole Emploi, la Mission Locale ecc, che vi aiuteranno nella ricerca del lavoro e vi daranno preziosi consigli per superare i colloqui. 
Io ho impiegato 2 mesi per trovare lavoro, avendo iniziato a marzo e avendolo trovato a maggio. Da maggio in poi ho ricevuto diverse chiamate per presentarmi a dei colloqui, a dimostrazione del fatto che l' estate porta lavoro in Costa Azzurra.
CONSIGLIO: iscrivetevi a Pole Emploi e tenete d' occhio le offerte sui vari siti; create un cv semplice e date come riferimento un numero telefonico francese; fate il giro di bar, ristoranti, hotel, negozi per lasciare il cv e la lettera di motivazione muniti di un bel sorriso.


PROBLEMA NUMERO 3: LA BUROCRAZIA

Fortunatamente, facendo l' Italia parte dell' Unione Europea, non c'è più bisogno del permesso di soggiorno, basta la carta d' identità per quasi qualsiasi cosa. Gli unici documenti che dovete ottenere sono la carte vitale, per avere un'assicurazione sociale di base, e un conto bancario. A parte il tempo di attesa per la consegna della carte vitale, entrambe le procedure sono semplici e veloci. Il sistema burocratico francese a volte è un po' lento, ma comparato con quello italiano sembra velocissimo!


PROBLEMA NUMERO 4: RELAZIONARSI CON LA GENTE

Nonostante i preconcetti che molti italiani hanno sul popolo francese, vedrete che hanno abitudini e modi di fare e divertirsi simili ai nostri. Troverete senza dubbio qualche francese con la puzza sotto il naso che non muoverà un dito per aiutarvi, ma la maggior parte di loro è bendisposta nei nostri confronti e vi farà sentire a proprio agio.


PROBLEMA NUMERO 5: LA MANCANZA DI CASA

Per chi ha la fortuna di abitare in Piemonte, Lombardia o Liguria la nostalgia di casa è facilmente ovviabile con dei brevi week end in Italia. In 3 ore e mezza di macchina arriverete a Milano, mentre in treno ci si impiega 6 ore, se si ha la fortuna di beccare la coincidenza. Per chi vive a Roma Easy Jet offre spesso dei voli a basso costo da Nizza, mentre Venezia è servita dalla compagnia low cost Badoo.
CONSIGLIO: installate skype, potrete parlare gratuitamente con i vostri cari guardandoli in faccia per tutto il tempo che vorrrete


PROBLEMA NUMERO 6: IL COSTO DELLA VITA

Premettendo che gli stipendi sono mediamente più alti, resta il fatto che vitto e alloggio sono cari in Costa Azzurra. Tuttavia ci sono delle eccezioni, bisogna provare, testare, cambiare fino a quando non si trova il miglior rapporto qualità/prezzo del mercato. Ad esempio, il prezzo della benzina cambia di molto in base alla zona e alla catena di distributori, i meno cari sono quelli dei supermercati. 
CONSIGLIO: evitate di comprare frutta e verdura al supermercato, acquistatele al mercato o in catene specializzate come Grand Frais. 
Se fumate, fate la scorta di sigarette dall' Italia, anche se recentemente la differenza di prezzo si è ahimé ridotta.
Se dovete arredare casa, ci sono molti negozi in stile Ikea (anche se l' Ikea più vicina è a un'ora e mezza da Cannes) come Conforama, Castorama, But, Casa ecc, dove poter trovare mobili a basso costo.


Datevi il tempo di ambientarvi e trovare un vostro ritmo, fare amicizie, imparare la lingua e vedrete che la Costa Azzurra offre numerosi vantaggi: il clima, il mare, gli stipendi, la vicinanza all' Italia e alla nostra cultura..